FOCUS

Brevetto Unitario

A partire dalla seconda metà del 2022 fino all'inizio del 2023, entrerà in vigore il sistema del Brevetto Unitario (Unitary Patent - UP).

Con la nuova Convenzione, alla concessione di un Brevetto Europeo, innanzi all' Ufficio Europeo dei Brevetti (EPO), sarà possibile ottenere un brevetto con effetto unitario valido in tutti gli Stati Membri dell'Unione Europea e che hanno deciso di partecipare alla nuova Convenzione. Al momento essi sono 17: Austria, Belgio, Bulgaria, Germania, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Slovenia e Svezia. Altri Stati Membri dell'Unione Europea (Repubblica Ceca, Grecia, Ungheria, Irlanda, Romania, Slovacchia) dovrebbero ratificarlo nel prossimo futuro, mentre Spagna, Polonia e Croazia per ora non intendono aderire a questo sistema unitario.

Scarica la nostra guida sul Brevetto Unitario (UP)

Che cos'è un Brevetto Unitario?

Un Brevetto Unitario sarà un titolo brevettuale unico valido in tutti gli Stati Membri dell’Unione Europea che hanno deciso di aderire al nuovo sistema UP. Per tutti gli altri Stati aderenti alla Convenzione sul Brevetto Europeo che non hanno aderito, o non possono aderire, al sistema UP, sarà necessario procedere con le convalide nazionali.

Per tutti gli Stati che partecipano al sistema del Brevetto Unitario sarà dovuta un'unica tassa di mantenimento di valore medio più elevato della tassa che resterà in vigore per gli Stati singoli del sistema tradizionale.

Che cos’è la Corte unica del Brevetto Unitario (UPC)?

È stato creato il Tribunale unificato dei brevetti (Unified Patent Court - UPC) che rappresenta una nuova Corte Internazionale, con giurisdizione per le azioni di contraffazione, nullità ed accertamento negativo, sia per i Brevetti Unitari, sia per i Brevetti Europei classici. Per un primo periodo di almeno 7 anni i Tribunali nazionali potranno ancora avere giurisdizione sui brevetti europei classici.

Questa Corte, UPC, sarà suddivisa tra una sede centrale e sedi locali o regionali.

Un aspetto da ben comprendere è che presso la nuova Corte saranno possibili sia azioni legali ordinarie sia provvedimenti d'urgenza e quindi, esemplificativamente, una contraffazione accertata dalla Corte unificata dispiegherà i suoi effetti in tutti gli Stati aderenti al sistema del Brevetto Unitario, così come la nullità di un Brevetto Unitario comporterà la perdita del diritto in tutti questi territori.

Questo influenza le mie domande di brevetto o i miei brevetti concessi prima dell’entrata in vigore del sistema del Brevetto Unitario?

. Tutti i Brevetti Europei già concessi e le domande di Brevetto Europeo ancora pendenti prima dell'entrata in vigore del sistema del Brevetto Unitario e che hanno una data di deposito posteriore al 1° marzo 2007, saranno considerati automaticamente di competenza della Corte UPC con l'avvio del nuovo sistema. Per i brevetti europei già concessi, il nuovo sistema avrà valore solo per gli Stati dove il Brevetto Europeo è già stato validato. Per le domande di Brevetto Europeo pendenti avrà valore per tutti gli Stati Membri dell'Unione Europea aderenti al nuovo sistema alla data di registrazione dell'effetto unitario da parte dell'EPO.

Se il titolare di questi diritti volesse mantenere i suoi brevetti col sistema attuale, dovrà optare per escluderli dal nuovo sistema (OPT-OUT), durante il periodo cosiddetto di “SUNRISE”, che pare durerà per i 3 mesi prima dell'entrata in vigore di detto nuovo sistema. Per tale esclusione è stata predisposta una procedura specifica da eseguire attraverso l'EPO.

È possibile ottenere un Brevetto Unitario da domande di brevetto pronte per essere concesse prima della data alla quale il sistema del Brevetto Unitario entra in vigore (Art. 71(3) EPC)?

. L'EPO fornisce delle misure transitorie che permettono alle domande di brevetto pendenti, e per le quali è stata rilasciata un'intenzione di concessione, la possibilità di rientrare nel sistema del Brevetto Unitario. Per far ciò, il titolare può richiedere che la pubblicazione della concessione sia ritardata fino a dopo l'entrata in vigore del sistema del Brevetto Unitario. Sarà anche possibile richiedere una richiesta anticipata di ottenere l'effetto unitario per i brevetti che saranno concessi. Con questa seconda opzione si dovrà richiedere anche il ritardo della pubblicazione come sopra indicato.

Questo influenza le mie domande di brevetto e i brevetti concessi dopo l’entrata in vigore del sistema del Brevetto Unitario?

. Per un periodo transitorio di 7 anni (eventualmente prorogabile per altri 7 anni), il titolare di un brevetto (concesso o allo stato di domanda) potrà scegliere di esentare ogni singolo titolo dal sistema UP, mediante la procedura detta di “OPT-OUT”, a condizione che nel frattempo non sia stata promossa alcuna azione legale dinanzi al tribunale UPC in merito allo specifico brevetto. Ciò significa che i brevetti o le domande di brevetto per i quali è stata scelta l'opzione “OPT-OUT” non rientreranno nella competenza del nuovo sistema UP.

Posso cambiare idea in merito all’OPT-OUT?

. Un richiedente o un titolare di brevetto può ritirare la richiesta di " OPT-OUT ", in modo tale che il brevetto o la domanda di brevetto in questione rientrino nella competenza del tribunale UPC. Questo può essere fatto solo una volta a condizione che non sia stato avviato un procedimento dinanzi ad una corte nazionale.

Cosa comporta questo nuovo sistema?

L'entrata in vigore di questo sistema che si presenta come un sistema dell'Unione Europea, ma che allo stato non lo è ancora, impone la necessità di un confronto meditato tra le aziende ed i propri consulenti brevettuali per disegnare specifiche strategie per ogni singolo brevetto, considerando che le decisioni prese, necessariamente influenzeranno non solo la strategia competitiva dell'azienda, ma anche la gestione caratteristica, i budget aziendali, ma anche il loro portfolio brevettuale per il contenuto tecnico che sottendono.

In merito al portfolio brevetti, un sistema che si affianca a quello tradizionalmente noto impone una diversificazione della protezione all'interno dell'Unione Europea sia in base agli interessi economici e all'ambiente competitivo in cui l'azienda opera oltre che per l'effettiva forza dell'idea inventiva, la possibilità di utilizzare la tecnologia protetta brevettualmente direttamente o indirettamente, ed il tempo ipotizzato di sfruttamento.

Con questo nuovo sistema, le procedure brevettuali diventano imprescindibilmente parte della strategia di un'azienda.

Come può aiutarmi GLP?

GLP mette a disposizione la pluridecennale esperienza internazionale nel mondo dei beni intangibili sviluppata ottenendo, difendendo ed azionando migliaia di brevetti di campi molto eterogenei ed è a completa disposizione per discutere come pianificare e gestire i portfolio brevetti in base alle nuove complessità e opportunità nascenti da questo nuovo sistema.

Per questo abbiamo messo a disposizione una guida informativa al sistema UP per fornirvi una panoramica generale, disponibile qui sotto.

È inoltre disponibile la mail esclusiva up@glp.eu alla quale potete inviarci tutti i vostri quesiti. Quanto inviato verrà letto dal Team UP/UPC di GLP, costituito da professionisti preparati sul nuovo sistema e pronti a prendere contatto diretto con voi.

Scarica la nostra guida sul Brevetto Unitario (UP)

Contattaci

 

 

IP CODE APPS

EU IP Codes 2.0 è la nuova versione della prima applicazione per consultare tutte le normative europee ed italiane sulla proprietà intellettuale da un'unica app.

PARTNERS

Global IP titles management & business services

Digital brand management & internet services

CONNECT WITH US

Follow us

DESK UFFICIALE TRIVENETO

Camera di Commercio Italo - Brasiliana | Câmara de Comércio Ítalo - Brasileira