AGGIORNAMENTI

News

ADIDAS perde il suo marchio: le tre strisce parallele sono prive di capacità distintiva

25 giugno 2019

Il Tribunale dell'Unione Europea (UE) conferma la nullità del marchio europeo Adidas AG (Adidas) rappresentato da tre strisce parallele applicate in qualsiasi direzione.

L'importante decisione del Tribunale dell'UE T-307/17 riguarda il marchio figurativo dell'Adidas rappresentato dalle note “tre strisce”.

Nel 2013, Adidas ha presentato la domanda di registrazione nell'UE per il marchio figurativo di cui sopra, descritto come “tre strisce parallele equidistanti di uguale larghezza, applicate sul prodotto in qualsiasi direzione”, ottenendone – nel 2014 – la registrazione in classe 25 (“abbigliamento, scarpe e cappelleria”).

Nel 2014, la società belga Shoes Branding Europe BVBA ha presentato una domanda di dichiarazione di nullità per la registrazione delle “tre strisce” di Adidas. Tale domanda viene accolta dalla divisione di annullamento dell'EUIPO che, nel 2016, spiega le motivazioni di tale accoglimento basandosi sul fatto che la registrazione era priva di qualsiasi carattere distintivo, sia intrinseco che acquisito in seguito all'uso.
Nello specifico, secondo la divisione di annullamento, Adidas non avrebbe dimostrato che il suo marchio “a tre strisce” – originariamente privo di carattere distintivo intrinseco – avesse acquisito su tutto il territorio UE una capacità distintiva a seguito dell'uso che ne era stato fatto.

Sempre nel 2016, Adidas ha impugnato questa decisione innanzi alla Commissione d'Appello dell'EUIPO che, tuttavia, nel 2017 conferma la decisione di annullamento. Adidas, allora, impugna nuovamente questa decisione innanzi al Tribunale dell'UE che, il 16 giugno 2019, conferma la decisione di annullamento (leggi il comunicato stampa ufficiale).

In primis, il Tribunale ha rilevato che il marchio “a tre strisce” non costituisce, come sostenuto dall'Adidas, un “marchio a motivi”, bensì un marchio figurativo ordinario.
Secondo la Corte, infatti, non risulta né dalla rappresentazione grafica del marchio, né dalla sua descrizione, che esso sia composto da una serie di elementi che si ripetono regolarmente e le cui proporzioni non sarebbero definite.

A questo proposito il Tribunale precisa che l'uso di un marchio, dotato di una carente capacità distintiva intrinseca, in forma lievemente modificata rispetto a come è stato originariamente depositato non può essere preso in considerazione ai fini della prova dell'acquisita capacità distintiva.

Nello specifico il Tribunale ha statuito che le forme di uso che si allontanano dalla descrizione delle caratteristiche essenziali del marchio figurativo privo di capacità distintiva intrinseca, quali l'inversione dello schema di colori classico, non possono essere prese in considerazione al fine di provare l'uso di detto marchio. A tal riguardo, il Tribunale ha sottolineato come il marchio controverso è un marchio figurativo semplice che non contiene alcun elemento denominativo e che presenta poche caratteristiche, una delle quali è l'uso di tre strisce nere su fondo bianco. Il fatto di invertire tale schema dei colori, dunque, non può essere qualificato come variazione trascurabile rispetto alla forma registrata del marchio controverso.

In conseguenza di quanto sopra, il Tribunale ha dunque ritenuto che, tra le prove d'uso fornite da Adidas, le uniche ad essere “pertinenti” e dunque ammissibili riguardavano solo cinque Stati membri dell'UE e che le stesse non potevano, nel caso di specie, essere riferibili a tutto il territorio dell'UE.
Il Tribunale, pertanto, concludeva che Adidas non aveva dimostrato che il marchio contestato era stato utilizzato in tutto il territorio dell'Unione Europea né che lo stesso aveva acquisito un carattere distintivo in seguito all'uso che ne era stato fatto.
Secondo il Tribunale, infatti, perché si possa parlare di acquisita capacità distintiva di un marchio, questa deve essere provata in tutti i Paesi membri dell'Unione Europea.

Non appena la sentenza del Tribunale dell'UE è divenuta nota, il titolo Adidas ha subito una forte flessione in Borsa, pari a valori prossimi a 1,8%. Considerando che Adidas viene da un lungo periodo di crescita, la flessione negativa scaturita dalla sentenza ha avuto importanti conseguenze anche di carattere economico.

IP CODE APPS

EU IP Codes 2.0 è la nuova versione della prima applicazione per consultare tutte le normative europee ed italiane sulla proprietà intellettuale da un'unica app.

PARTNERS

Global IP titles management & business services

Digital brand management & internet services

CONNECT WITH US

Follow us

DESK UFFICIALE TRIVENETO

Camera di Commercio Italo - Brasiliana | Câmara de Comércio Ítalo - Brasileira