案例

案例

Corte di Cassazione, 11047

L’immissione sul mercato di oggetti in materiale sintetico rivestiti da una patina di metallo prezioso - nella specie, d’argento - mediante bagno galvanico (cosiddetti prodotti elettroformati), sui quali risulti apposto il marchio contrassegnante i prodotti d’argento ed il relativo titolo in millesimi - così da farli apparire e porli in vendita come prodotti di argenteria — Integra gli estremi dell’illecito concorrenziale, atteso il divieto (art. 17 legge n. 46/1968; artt. 55 ss. D.P.R. n. 1496/1970) di marcare con qualunque indicazione di titolo di metallo prezioso un prodotto soltanto rivestito con quest’ultimo, e non potendosi assimilare il prodotto elettroformato al prodotto costituito da materiale prezioso, ancorché riempito con materiale diverso.
In tema di concorrenza sleale, l’attacco ingiusto diretto a ledere le posizioni ed i diritti tutelati dall’ art. 2598 codice civile, e, in particolare, idoneo a confondere il pubblico circa la qualità merceologica dei prodotti offerti, con evidente vantaggio conseguente ad una comparazione tra i prezzi di vendita che non dia conto, in virtù della confusione così ingenerata nel consumatore, della differente struttura del costo di produzione, legittima una reazione, da parte del soggetto leso, volta a ristabilire la verità dei fatti onde consentire al pubblico la conoscenza circa l’intrinseca diversità tra i prodotti rispettivamente commercializzati, senza che l’autore della reazione possa essere considerato responsabile del danno conseguentemente arrecato all’aggressore, e senza che spieghi influenza, in contrario, la natura extracontrattuale dell’ illecito di cui all’art. 2598 codice civile. (Nella specie, la Federargentieri aveva denunciato, attraverso una campagna di stampa, la diffusione di un fenomeno commerciale, ritenuto poi scorretto anche in sede giurisdizionale, consistente nella immissione sul mercato, da parte di svariate imprese, di oggetti in materiale sintetico rivestiti da una sottile patina d’argento applicata mediante bagno galvanico, oggetti sui quali veniva apposto il marchio contrassegnante i prodotti in metallo prezioso ed il relative titolo in millesimi, cosi da farli apparire e porre in vendita come prodotti d’argenteria, introducendo sul mercato un inammissibile fattore di confusione. La S.C., nell’enunciare il principio di diritto di cui in massima, ha confermato la decisione del giudice di merito che aveva ritenuto legittimo, sotto il profilo dell’autotutela, tale comportamento della parte lesa).

IP CODE APPS

EU IP Codes 2.0 is the brand new version of the first application to consult all the European and Italian Regulations on Industrial Property in one app.

OUR PARTNERS

Global IP titles management & business services

Digital brand management & internet services

CONNECT WITH US

Follow us