案例

案例

Tribunale di Napoli,

Le fattispecie di concorrenza sleale che abbiano un’incidenza, anche solo economica, sulla circolazione dei beni oggetto di privativa e, quindi, rientranti nell’ambito dei diritti di proprietà intellettuale sono devolute alla competenza delle sezioni specializzate in materia di proprietà industriale ed intellettuale (nella specie, era stata prospettata una condotta di boicottaggio causativa di illecita limitazione alla commerciabilità di beni oggetto di marchio o brevetto).
Il rifiuto di contrattare, che appaia ragionevole, corrispondente ad un oggettivo interesse dell’organizzazione imprenditoriale e non diretto allo scopo esclusivo di escludere il concorrente dal mercato, non integra gli estremi del boicottaggio.
Posto che: a) anche nel mercato farmaceutico vige il principio di libertà negoziale, sì che le eccezioni devono risultare in modo univoco dalla legge; b) ogni distributore deve avere agevole possibilità di ricorrere a fonti plurime e alternative al produttore in modo da poter assicurare a sua volta le necessarie forniture alle farmacie, l’art. 7 d.leg. 538/92 non fa sorgere, in capo ai produttori di specialità medicinali, un vero e proprio obbligo a contrarre nei confronti dei distributori all’ingrosso.

IP CODE APPS

EU IP Codes 2.0 is the brand new version of the first application to consult all the European and Italian Regulations on Industrial Property in one app.

OUR PARTNERS

Global IP titles management & business services

Digital brand management & internet services

CONNECT WITH US

Follow us